Liebster Award – secondo tempo
04/08/2015

Rieccoci qua… rieccomi nominata per il Liebster Award! Allora, prima di parlarvi della Calabria, del mare e di alcuni bellissimi posti da visitare, mi gingillo rispondendo alle domande che la simpaticissima blogger Souvenir from a Black Cat, ha scelto per me. La ringrazio infinitamente per questa nomination e con molto orgoglio…ecco qua le mie risposte!!!

liebster-award1

1) Se potessi portare nella tua città un qualsiasi elemento (monumento, luogo, locale, ecc.) preso in prestito da qualche altro posto che hai visitato, cosa sceglieresti e perché?
A bruciapelo senza pensarci? Il castello di Schönbrunn di Vienna! Perchè uno dei primi viaggi della mia vita l’ho fatto con mamma e papà a Vienna e la più bella residenza di re e regine che avevo conosciuto guardando i film della Principessa Sissi mi aveva così affascinato che me la sarei tanto voluta portare dietro!!! Non perchè a Firenze manchino palazzi storici e reggie di principi e principesse ma perchè quello da bambina era per me “il castello” della principessa. Di una principessa triste, che ho imparato a conoscere meglio da grande leggendo la sua biografia, ma che attraverso il film avevo conosciuto per la sua storia di sorella inaspettatamente scelta per diventare Regina

2) Quale posto prima di visitarlo ti ispirava molto poco e invece si è poi rivelato una piacevole sorpresa?
Beh devo dire che non ero stata un’appassionata della montagna prima di conoscere mio marito. Vengo dal sud, da una terra di mare e per noi la montagna e la neve sono concetti “lontani”. Perciò quando mio marito la prima volta mi ha proposto una settimana di agosto di Alta Badia e poi a gennaio  qualche giorno in Val di Fassa, ero molto scettica… E invece… mi sono profondamente ricreduta. Le passeggiate d’estate, l’aria pura, i paesaggi delle Dolomiti, il cibo (perch no..), come pure il clima da settimana bianca, le montagne innevate, le seggiovie ghiacciate e i giochi con io figlio sulla neve, nonchè le mie prime lezioni di scii sono state tutte una piacevolissima sopresa da riorganizzare presto!!

3) Quale cibo hai scoperto di amare alla follia assaggiandolo in viaggio?
Le mangostrine! Un frutto tipico della Thailandia, e credo di tutti i paesi di quella fascia, piccolo come una merendella, viola come come una melanzana, dalla polpa bianchissima come il cocco e dolcissimo da assaporare..mmmm che bontà!! Se chiudo gli occhi, mi rivedo a comprarne buste piene nei mercati di Bangkok o di Chang Mai. Ne ho mangiato in quantità industriali ed è uno dei (tantissimi) motivi per cui tornerei i Thailandia!

4) Confessa: sei mai state/o in vacanza in un villaggio turistico? Com’è stato?
Mmm…. no, non ho mai fatto una vacanza in un villaggio turistico, giuro! Principalmente perchè quando viaggiavo con i miei genitori, e venenedo da un posto dove il mare è a 1Km, non abbiamo mai cercato Villaggioni dove trascorrere le ferie di papà… I nostri viaggi erano in giro per l’Europa in macchina, oppure in aereo verso altri continenti. L’unica vacanza che forse si avvicina al concetto di villaggio turistico è la crociera, quella si, l’ho fatta nel 2003, Costa Crociere per la precisione, tra le isole della Grecia. Un’esperienza interessante, da fare solo se in gruppo (altrimenti secondo me è noioso), adatta a chi viaggia poco e vuole stare “comodo”, a chi non è abituato a viaggiare, ad una famiglia numerosa e allargata che si vuole ritrovare insieme e trascorrere qualche giorno di relax. Per il momento non ho in programma di rifarne una ma sono contenta di averne fatto una almeno una volta

5) Quale libro ti ha fatto venir voglia di visitare un posto?
“La fine è il mio inizio” di Tiziano Terzani. Vorrei passeggiare fra le montagne di Orsigna e sedermi lassù dove lui decise di trascorrere gli ultimi giorni. Ancora non ci sono stata, ma spero un giorno di poterci andare.

6) Quale film?
Assolutamente Thelma&Louise. Sognavo di arrivare a Canyonland, sognavo di guardare l’orizzonte scrutando il Canyon, e chilometri di distese a perdita d’occhio segnate solo dal passaggio del fiume Colorado.

7) Qual è il museo più strano o originale che ti sia mai capitato di visitare?
Il museo delle torture a San Gimignano, visitato con la classe del liceo. Lo consiglio a tutti perchè apre gli occhi su delle realtà passate che io non avrei mai creduto fossero esistite

8) Quale aspetto poco conosciuto della tua città (o zona) consiglieresti a chi viene a visitarla?
Beh, abito a Firenze e faccio davvero fatica ad immaginare qualcosa di poco conosciuto di questa città. Forse quello che posso consigliare è un percorso storico tematico o alternativo, come ad esempio quello offerto dall’Associazione culturale “I Renaioli”. Questa associazione nasce per mantenere in vita i barchetti recuperati e restaurati, promuovere la navigazione in Arno e far conoscere  la storia dell’antica attività di estrazione della sabbia (rena) dal fondo del fiume.
Il giro su queste caratteristiche barche si svolge nei tratti storici dell’Arno, tra il Ponte alle Grazie e il Ponte alla Carraia. Inizia dal Palazzo della Borsa e si passa sotto gli Uffizi,  il Corridoio Vasariano, il Ponte Vecchio con le sue botteghe orafe, i palazzi fortificati come Palazzo Spini-Feroni, e quelli eleganti come Palazzo Corsini, il Ponte Santa Trinita con le insegne di Cosimo dei Medici, e ciò che resta di antichi tiratoi e mulini. Può essere un’esperienza diversa per ammirare questa bellissima città da un punto di vista diverso e molto affascinante.

9) Un post che sogni di poter scrivere, prima o poi
Sogni di scrivere….del mio primo blog tour al quale vorrei essere invitata a partecipare! ecco l’ho detto!

10) L’acquisto fatto in viaggio a cui sei più legata/o
Le coloratissime sciarpine acquistate in Messico, non me ne potrei mai staccare!

Ed adesso passiamo alle mie nomination. Nomino 4 blog che ultimamente seguo, leggo, mi incuriosiscono con le loro notizie e consiglio a tutti di farci una visitina

OneTwoFrida
Mercoledì tutta la settimana
Viaggi e Sorrisi
Baby You Can Drive My Car

Ed ecco le mie domande

  1. Da cosa nasce il nome del tuo blog?
  2. Da quando lo hai aperto, senti di aver cambiato il tuo modo di viaggiare?
  3. C’è un paese che hai visitato che ti ha fatto venire voglia di viverci?
  4. Hai la possibilità di regalare un viaggio, a chi lo regaleresti?
  5. Se potessi rivivere in un’altra epoca e in un altro luogo, quale sceglieresti?
  6. Cosa ti fa scegliere la prossima meta?
  7. Quanto torni da un lungo viaggio, chi è la prima persona che chiamo al telefono?
  8. Quale è stato il migliore compagno o compagna di viaggio fino ad ora  e perchè?
  9. Quale viaggio consiglieresti a due amiche che vogliono partire insieme?
  10. Quale viaggio consiglieresti invece ad una coppia con un bambino?

3 thoughts on “Liebster Award – secondo tempo

Rispondi