4 itinerari per gli amanti del campeggio
17/01/2018

Colpa della gita domenicale al mare, mi è venuta una gran voglia di proiettarmi verso l’estate e le vacanze! Ci state già pensando? Se siete a caccia di ispirazione, oggi vi voglio proporre 4 itinerari per gli amanti del campeggio, che sia tenda, camper, roulotte, bungalow o addiruttra glamping, non importa. Purchè si possa vivere l’atmosfera immersiva del campeggio, con la libertà che ne consegue nello scegliere le soste di un viaggio itinerante piuttosto che una precisa meta balneare. Se poi si fa con i bambini, credo che questo tipo di vacanza, generi in loro grande entusiasmo. Mio figlio ad esempio ce lo ha chiesto diverse volte e prima o poi sceglieremo l’opzione che più si addice al nostro tipo di vacanze.

Noi, per la verità, non abbiamo mai provato la vita da campeggio se non quando eravamo giovani, single e “caciaroni”. Da coppia e poi da famiglia non abbiamo più riprovato ma ultimamente mi sto interessando alla nuova frontiera del “glamping”. L’avete mai sentito?

La parola nasce dalla fusione dei termini “Camping” e “Glamour” e si è inizialmente diffuso nei paesi dove viene molto ricercato il contatto con la natura. Si vive l’atmosfera del campeggio ma si alloggia in una tenda dotata di tutti i confort, dai letti con i materassi al bagno con l’acqua corrente.

Non male vero?

Aggiungete poi che glamping o campeggio non significano esclusivamente rimanere nello stesso posto per tutta la vacanza perchè moltissimi campeggi propongono servizi navetta per le principali località nei dintorni o magari noleggiano le bici.

Durante i nostri viaggi, ho avuto modo di individuare alcuni itinerari che si potrebbero organizzare facilmente anche scegliendo di andare in campeggio, sia in Italia che all’estero. Perciò ecco le mie idee per 4 itinerari per gli amanti del campeggio.

La Maremma

Questa è una delle zone della Toscana che preferisco. Lunghe distese di girasoli, si alternano a infiniti campi di grano, risaie, riserve e parchi naturali incontaminate e bellissime spiagge. Il tutto alternato da borghi stupendi, tradizioni e grandi tradizioni enogastronomiche. La Maremma meriterebbe una vacanza intera per esplorarla dall’Argentario, a Capalbio, Pitigliano, Sorano, Sovana, la costa verso Castiglion della Pescaia, senza dimenticare le Terme di Saturnia e la stessa Grosseto che per me è stata una scoperta inaspettata. Io vi suggerisco di visitarla tra giugno e luglio quando i girasoli la fanno da padrone e le spiagge sono ancora poco affollate. Sul litorale ci sono moltissimi campeggi immersi nella pineta e lunghe piste ciclabili da percorrere per spostarsi anche nelle spiagge vicine.

Mare e natura: la giusta fuga dalla città #solocosebelle #iloveprincipina

A post shared by Paola Marino (@girovagandoioete) on

L’Umbria

Se mi seguite, saprete che andiamo spesso in Umbria, nella zona del lago Trasimeno. Anche questa zona si presta benissimo per essere visitata, fermandosi in campeggio.

Il clima dolce dell’Umbria consente relax e riposo oltre che regalare itinerari naturalistici davvero affascinanti. Mi viene in mente una delle nostre escursioni all’oasi naturalistica la Valle, alla ricerca della fauna che abita sulle rive del lago. Una visita molto adatta ai bambini che grazie a torrette, cannocchiali e passerelle sul lago, riescono ad addentrarsi nella natura e nelle ecosistema del lago.

E poi ci sono i borghi che si affacciano sul lago e quelli nell’entroterra. Ogni volta che ci andiamo, ne scopriamo uno nuovo, stradine acciottolate e campanili di mattoncini rossi sono davvero caratteristici di questa zona.

La Provenza

Quando abbiamo visitato la Provenza nel 2013, abbiamo incontrato tantissime famiglie in camper e mi è rimasto molto impresso. Effettivamente partendo dal Verdon, percorrendo la Route de Cretes, la strada panoramica che attraversa il canyon, una prima sosta qui sarebbe già ricca di attività e passeggiate. Gargas, nel cuore del Luberon vi consentirebbe di visitare borghi come Lourmarin o la roccaforte romana Oppède le Vieux senza perdersi Sentier des Ocres con il suo inconfondibile paesaggio di terra rosso. Il nostro viaggio in Provenza è proseguito fino alla Camargue tra cittadine ancora a tradizioni del passato e la bellissima Avignone.

La Provenza grazie alle distese di campi di lavanda, regala paesaggi da cartolina e profumi inebrianti.

–>Trovate tutto il nostro itinerario dettagliato <–

Croazia

Due anni fa abbiamo visitato l’Istria in lungo e in largo e moltissime località avevano campeggi attrezzatissimi dove fare sosta. Se siete quindi amanti del mare bello, l’Istria è sicuramente una meta da tenere in considerazione, anche perchè poi facilmente si abbina a moltissime escursioni nell’entroterra per visitare borghi medioevali ma anche bellissime riserve naturali.

Una zona che vi suggerisco di considerare come base delle escursioni è Fazana, una graziosa cittadina nel centro dell’Istria, da cui potreste visitare borghi come Bale, Pola e Dignano ma anche le isole Brijoni. In alternativa, più a nord e quindi più vicino all’Italia, a Rovigno, gioiello della costa istriana, potrete trovare molti campeggi a ridosso del Parco di Punta Corrente e da lì esplorare l’entroterra, da Motovun, patria del tartufo nero a Porec per visitare la basilica eufrasiana, patrimonio dell’Unesco, senza dimenticare la selvaggia e incantevole riserva di Kamenjak.

Parco di Kamenjak

 

Come prenotare il campeggio giusto

Per prenotare è importante utilizzare una piattaforma che offre campeggi selezionati e schede complete dei servizi offerti. Camping and co è la più grande piattaforma per la prenotazione di campeggi in Italia, Spagna, Francia, Olanda, Uk e Germania. Oltre 2500 campeggi disponibili in questi paesi che offrono soluzioni in tenda, piazzole, case mobili o anche il glamping, promosse dall’Associazione Nazionale delle imprese turistico ricettive all’aria aperta, vengono promosse per renderle sempre più rispondenti ai bisogni dei clienti italiani e stranieri.

Rispondi