Viaggio in Slovenia: tappa alle Terme di Catez con i bambini

La Slovenia è famosa per essere un paese verde ma anche per possedere molte sorgenti termali.
Perciò una tappa alle Terme di Catez con i bambini può essere una buona idea alla fine di un viaggio alla scoperta di questo paese.

Incuriositi da questa sua caratteristica, alla fine del nostro tour itinerante in Slovenia della scorsa estate, abbiamo quindi programmato una tappa alle Terme di Catez, le storiche sorgenti termali scoperte sulle rive del fiume Sava più di 200 anni fa.

Oggi sono attive 11 trivellazioni di acqua termale che sgorga dai 300 ai 600 metri di profondità ad una temperatura che va dai 43 ai 63 gradi.

Noi siamo arrivati dopo 2 settimane di vacanze tra la Val Badia e la Slovenia quindi ci faceva piacere concederci 2 giorni di relax e divertimento puro prima di rientrare in Italia. Era peraltro una promessa fatta a Simone da molto tempo!

Il tempo purtroppo non è stato dalla nostra parte: nuvole e pioggia hanno minacciato i nostri due giorni di soggiorno ma per fortuna le Terme di Catez sono così grandi e così ricche di offerte per tutte le situazioni che non abbiamo risentito troppo del meteo avverso.

Il complesso delle Terme di Catez comprende al suo interno tantissime offerte per il soggiorno fra cui:

  • L’Hotel Terme, la struttura a 4 stelle dove siamo stati ospiti noi, che al suo interno ha anche delle sue piscine termali sia interne che esterne, un grande centro benessere e camere accoglienti e moderne.

    Hotel Terme di Catez
    Il ristorante dove viene servita la colazione e la cena propone un menù internazionale e vista la numerosità dei coperti non sempre soddisfa in qualità e quantità.
    Sebbene sia l’hotel di categoria più alta del complesso termale, è anche quello più distante dall’accesso alla Riviera.  E’ possibile comunque accedervi dai vialetti esterni, direttamente in accappatoio. Per noi che abbiamo trovato tempo mediocre e soprattutto fresco, la passeggiata in accappatoio è risultata un pò azzardata, per fortuna che poi ci siamo tuffati nell’acqua calda!!

  • L’Hotel Toplice è forse quello più comodo dato il suo accesso diretto alla riviera termale invernale. Offre sia camere che soluzioni residence e appartamento.
  • Un grande campeggio con 250 piazzole per roulotte, camper e tende, parco giochi per bambini, campi di pallavolo e pallacanestro e 2 ristoranti.
  • Il Villaggio Indiano per una vera vacanza avventurosa per un soggiorno alle Terme di Catez con i bambini. 15 tende a disposizione con i principali confort e un angolo cucina, ciascuna per massimo 4 persone.
  • Il Villaggio dei Pirati costituito da 20 casette galleggianti sul lago da 5 posti ciascuna. Le casette, interamente costruite con materiali naturali, sono collegate con la terraferma da un ponte di legno.

Il complesso termale è poi costituito da due Riviere alle quali avrete accesso acquistando il biglietto di ingresso.

La Riviera Termale Estiva è il più grande complesso di piscine d’Europa con i sui 10.000 mq di superfici e un divertimento assicurato per tutti ed è aperta da Aprile a Ottobre.

All’ingresso venendo dall’esterno – e non dalla riviera invernale – sono disponibili degli armadietti dove lasciare gli oggetti personali.

Davanti a voi si aprirà subito una visione che per i vostri bambini sarà una delle principali attrazioni, ovvero l’Isola dei Pirati: un’enorme struttura in acqua con scivoli, fontane, schizzi e giochi di ogni tipo, compreso un grande pirata che dall’alto riempie la sua bocca per poi travolgervi con l’acqua raccolta al suo interno.

Riviera Termale Estiva - Isola dei Pirati

Per i più grandi c’è il fiume lento da attraversare con i gonfiabili, scivoli a tutte le altezze, piscine con le onde, lo scivolo in stile Formula 1 da fare su un grande gonfiabile in coppia con un’altra persona, lo scivolo vortice, piscine di forme irregolari, cascate e getti d’acqua di ogni intensità e una grande piscina olimpionica.

Insomma, noi siamo tornati tutti bambini e abbiamo passato, nonostante la temperatura non fosse caldissima, tutta la giornata qui.

Riviera estiva Terme di Catez

Abbiamo comunque passato qualche ora nella Riviera Termale Invernale che ha al suo interno moltissime attrazioni e scivoli: piscina con le onde, lo scivolo black-hole, la pista da surf per sfidarsi a stare in piedi o comunque a lungo sulla tavola, uno scivolo trampolino, il kamikaze e per i più piccoli un’affascinante nave pirata!

Riviera invernale Terme di Catez

Insomma le Terme di Catez sono assolutamente una destinazione adatta alle famiglie con bambini, grande organizzazione soprattuto indipendente dal meteo. Che sia bello o brutto tempo, è possibile tuffarsi in piscina, scivolare giù per le attrazioni, partecipare ad un sacco di giochi d’acqua e la sera essere abbastanza stravolti da non aver bisogno di nessun altro tipo di animazione!!

Riviera termale invernale

E se siete da queste parti, considerate di trovarvi a poca distanza da moltissime attrazioni della Slovenia, a cominciare dalle bellissime Grotte di Postumia per vivere un’incredibile esperienza sotterranea, le inaspettate Grotte di San Canziano patrimonio dell’Unesco e, non ultima, dall’affascinante e a misura di bambini, capitale della Slovenia: Lubiana!

 

 

 

 

Cosa vedere a Lubiana con i bambini: l’elegante capitale della Slovenia

Nel nostro on the road in Slovenia abbiamo scelto di fare base a Lubiana, l’elegante capitale della Slovenia e da qui muoverci alla scoperta del paese.
Abbiamo dedicato all’incirca 3 giorni alla visita di questa città, la piccola capitale mitteleuropea così ricca di storia, ma altrettanto popolata da giovani e studenti. Lubiana è infatti a tutti gli effetti una città universitaria: 60.000 studenti la popolano ogni anno e la rendono una città estremamente vivace, piena di locali, di rinomate biblioteche e importantissimi musei .

Il nostro viaggio on the road tra Croazia e Slovenia

Ecco finalmente il post completo delle nostro viaggio on the road tra Croazia e Slovenia.
Un itinerario nato velocemente, organizzato in un poco meno di un mese e in cui abbiamo messo insieme varie fonti a noi vicine e lontane.

Siamo partiti sabato 30 Luglio, uno dei giorni da bollino NERO e così anzichè avventurarci in una tappa in macchina che rischiava di diventare troppo lunga per il traffico, abbiamo optato per una sosta tutta italiana a Caorle: una cittadina sul mare, 60 km dopo Venezia, molto caratteristica per le sue casette colorate, i percorsi in bicicletta, i ristorantini di pesce e i dintorni da scoprire. 3 giorni che ci sono serviti per passare dal grigio della scrivania ai colori delle ferie, dai pranzi frugali di lavoro ai lunghi aperitivi veneti a base di Spritz, in una località peraltro decisamente adatta ai bambini.

Continua a leggere “Il nostro viaggio on the road tra Croazia e Slovenia”

Il misterioso Castello di Predjama

Durante la nostra permanenza a Postumia, oltre a visitare le Grotte, il Vivaius Proteus e l’Expo, abbiamo anche visitato il misterioso Castello di Predjama che si trova a soli 9 km dal parco.

Quello che vi troverete davanti, arroccato sul fianco di una collina, è il più grande castello di grotta al mondo, ciò significa che è stato costruito a ridosso di una vera grotta, anzi di una rete di gallerie sotterranee lunga più di 14 km che lo hanno reso peraltro espugnabile per decenni.

La roccia verticale su cui è costruito è alta oltre 120 metri e fu costruito 800 ani fa dando testimonianza della tecnica e nell’intraprendenza avuta nel Medioevo per realizzare un riparo così sicuro all’ingresso di una grotta. E’ talmente fuso con la roccia che quando ci si arriva davanti, si fa fatica a capire dove finisce la roccia e inizia la pietra del castello.

Continua a leggere “Il misterioso Castello di Predjama”